Come aprire un negozio su Amazon dalla A alla Z!

Prime operazioni per aprire un negozio su Amazon

Aprire un negozio Amazon è veramente così semplice?

A settembre ho lanciato la Guida al Posizionamento Amazon, un corso per chiarire alcuni punti sull'ottimizzazione e il posizionamento in chiave Seo di un Amazon Store. La guida era destinata soprattutto a chi ha già un negozio su Amazon, ma non si rende conto che forse sta sbagliando con il Product listing, la Seo, la scelta delle immagini, la gestione delle recensioni.

Alcuni potenziali Amazon Sellers hanno seguito con interesse il corso, però mi hanno anche domandato “Floriana, come faccio ad aprire un negozio su Amazon?”. Una domanda semplice, ma non del tutto scontata. Per questo ho deciso di tornare alle basi e scrivere passo passo come aprire un negozio su Amazon. Questi sono gli step che seguo io nel mio lavoro di Assistente Virtuale e Consulente per Amazon Sellers.

Perché aprire un account FBA

FBA, ovvero Fulfillment by Amazon, (lett. Portato a compimento da Amazon), significa che i tuoi prodotti saranno stivati nei magazzini Amazon più vicini, sarà lui ad evadere e spedire l’ordine. Avrai quindi a disposizione la grande rete di distribuzione e la visibilità di Amazon, senza la rottura di farlo tu con i tuoi modesti mezzi.

E’ un modello di business che continua a crescere in popolarità, e ci sarà un perché.

Fondamentalmente è lo stesso concetto di un eCommerce tradizionale, solo che invece di dover evadere tu gli ordini uno ad uno, Amazon ti presta il magazzino, prende, organizza e spedisce gli ordini ai tuoi clienti.

Questo rende la gestione del negozio molto più semplice, perché non devi preoccuparti della logistica, di impacchettare i prodotti, di chiamare il corriere e non devi neanche avere costi di magazzino. Se vendi un marchio privato (private label, ovvero i prodotti che vengono realizzati da società terze, ma venduti con il marchio della società che li distribuisce), hai anche l’opportunità di costruire un tuo brand e un sito eCommerce, per dare più valore al tuo negozio Amazon.

Il tuo piccolo negozio sembrerà allora una grande multinazionale, con la stessa organizzazione, ma senza i grattacapi di doverla gestire tu. Così potrai focalizzarti più sui tuoi prodotti, mentre Amazon pensa ai clienti e ad una spedizione impeccabile, precisa e puntuale. Infatti i venditori FBA possono veder spediti i loro prodotti in 2 o 5 giorni con Amazon Prime. E’ questo uno dei motivi per cui gli Store Amazon FBA hanno maggior visibilità e un miglior posizionamento SEO.

Un’altra sfida che un eCommerce deve affrontare è gestire la complessità di un business in crescita, quindi l’aumento dei prodotti nell'inventario. Un venditore Amazon FBA invece deve solo spedire i prodotti al magazzino e l’azienda penserà al resto, senza pesare su altri costi, se aggiungi o rimuovi dei prodotti dall’inventario.

La pratica: come si crea un account Amazon FBA

Per aprire un negozio su Amazon per prima cosa devi creare un account sul marketplace, il che è molto semplice! Vai sul portale Seller Central, clicca su “Registrati ora”, e puoi scegliere se registrarti con un Account di Base o Account Pro.

Cosa cambia? Se vuoi avere un business a lungo termine, allora sai che devi aprire partita Iva e potrai iscriverti come Account pro. Invece con un Account di Base, puoi concludere fino a 40 vendite al mese, pagherai l’Iva al momento dell’ordine. Anche i costi di iscrizione variano: L’account di Base non prevede costi di iscrizione, mentre per l’Account Pro bisogna versare 39 € (escl. IVA) al mese.

Da qui in poi, il processo di iscrizione è semplice. Il portale ti chiede solo di inserire dati anagrafici, conto bancario di appoggio, carta di credito per ricevere i pagamenti.

A questo punto dovrai scegliere se vendere con private label, con prodotti di altri marchi o con articoli di tua produzione.

Mi raccomando, non buttarti con un prodotto a caso, ma fare un’attenta analisi e una ricerca è essenziale. Se vuoi entrare nel mercato con una categoria di prodotto poco popolare ad un prezzo più alto rispetto alla competizione, potresti perdere in partenza. Se invece ti prendi un po' di tempo, cerchi un prodotto ricercato, anche se di nicchia, fai un’analisi competitiva, studi le recensioni e identifichi qualcosa che puoi fare meglio rispetto alla competizione, e lo vendi ad un buon prezzo (salvando i tuoi margini, sempre!), allora sei sulla strada giusta!

Se invece sei interessato ad una vendita a breve termine, c’è un altro sistema per vendere su Amazon, ed è il retail arbitrage, ovvero trovando uno stock di prodotti ad un prezzo bassissimo e rivenderli al prezzo che definisci tu.

Se decidi di vendere in private label ti serve un capitale iniziale per ordinare i prodotti che venderai. Qui entra in gioco anche la scelta del fornitore, il bisogno di fare stock, in modo da rifornire l’inventario di Amazon in tempi brevi.

Quanto costa vendere su Amazon

Abbiamo già visto che Amazon distingue tra due diversi Account, di Base e Pro. Il primo non ha costi di registrazione, mentre il secondo si, 39 € (escl. IVA) al mese. Chi vende con l’Account di Base deve però pagare le commissioni sul venduto, che ammontano allo 0,99 €/prodotto.

Anche il servizio FBA ha un costo, che varia in base al prodotto e alle sue dimensioni.

Puoi stimare i costi FBA per i tuoi prodotti usando il calcolatore fornito da Amazon.

Qui trovi tutti i riferimenti ai costi dei servizi FBA.

Ma Amazon quanto ci guadagna? Per l’Account di Base, la commissione da pagare è 0,99 € a prodotto venduto. I venditori Pro, invece devono pagare una commissione di segnalazione per ogni prodotto che vendono su Amazon che varia in base al prodotto e in base al markeplace (.it, .de, .es, ecc.), ma si aggira intorno al 6%-15%.

Consigli per un negozio di successo

Il primo consiglio che do' a chi vuole aprire un negozio su Amazon è: segui la tua passione, cosa ti piace vendere?

  • Parti con un prodotto per volta, così entri nel sistema, ti rendi conto di come funziona e testi le tue possibilità. Ricerca poi nuovi prodotti, con lo stesso criterio sopra descritto. Avere più prodotti riduce il rischio di dover dipendere da un solo prodotto.
  • Migliora il tuo BSR, Best Sellers Rank, una metrica importante sia per le vendite che per i clienti.
  • Costruisci il tuo brand. Mentre espandi il tuo marchio, devi costruire attorno un sito eCommerce professionale, in linea con il tuo brand. Questo renderà i tuoi prodotti più attraenti e ti darà un’altra via per vendere i tuoi prodotti.
  • Diventa un Amazon Associate con l’affiliate marketing. Riporta i clienti ai tuoi prodotti dal tuo stesso sito e inizia a guadagnare dalle commissioni.
  • Scarica la checklist per Aprire il tuo negozio su Amazon e tenere traccia delle azioni principali quando sarai finalmente pronto e aprirai il tuo negozio online!



Pronto ad aprire il tuo negozio su Amazon?

Vendere su Amazon non è uno scherzo. E’ un vero e proprio business e per questo devi studiare le regole di Amazon e sudare! Dovrai sostenere un investimento iniziale e aspettare che torni, con tanto lavoro e molta pazienza. Iniziare è semplice, la parte difficile è restare nel mercato, ma per questo sarà necessario strutturare al massimo il tuo business, pianificare i costi, organizzare le attività, magari collaborando con un’Assistente Virtuale al tuo fianco che possa guidarti, stimolarti e aiutarti!

Potrebbe anche interessarti: