Espandersi all’estero con il Cross border eCommerce

Cross border e-Commerce: usa il tuo eShop per vendere oltre confine

L’e-commerce internazionale si chiama Cross border eCommerce, ed ha luogo quando gli utenti acquistano prodotti o servizi su siti, che hanno sede legale in paesi e giurisdizioni diverse.

Il cross border eCommerce offre ai venditori online l’opportunità di aumentare le loro entrate attraverso l’internazionalizzazione, ma pone anche delle nuove sfide: entrare in mercati diversi da quello di partenza secondo gusti e trend sconosciuti.

export

L’Italia è ancora agli inizi in questa pratica, visto che:

– Solo il 22% degli e-shop vende anche al di fuori del proprio Paese;

– Solo l’8% dei negozi digitali ha tradotto il proprio e-shop in una seconda lingua;

– Solo il 4% degli e-shop italiani danno la possibilità di pagare in una valuta differente dall’euro.

PERCHE’ SENTIRAI PARLARE A LUNGO DI CROSS BORDER ECOMMERCE 

Internet consente ai consumatori di effettuare acquisti a livello globale, acquistando prodotti e servizi anche oltre confine, guidati da una lingua comune (il sito tradotto nella lingua del paese di destino), o semplicemente perché il prodotto o il servizio non è disponibile nella regione del consumatore.

La crescente popolarità di tablet e smartphone consente ai consumatori di tutto il mondo la possibilità di confrontare prezzi e prodotti in giro sul web. Possono inoltre capire se è il prodotto giusto leggendo le recensioni di altri consumatori tramite social media, oppure da discussioni su prodotti e servizi nei forum. Un altro vantaggio riguarda i pagamenti: chiunque può visitare un’ eShop indipendentemente dalla sua posizione e effettuare pagamenti tramite PC, laptop, cellulare o tablet in qualsiasi luogo, sempre e ovunque.

Non solo gli acquirenti traggono vantaggi dal poter comprare online oltre confine, ma anche chi ha deciso di darne vita ad uno.

Uno dei vantaggi dell’avere un eCommerce, è che il tuo shop online sarà visibile 24 ore su 24 da chiunque sia connesso in rete. Prima di aprire un eCommerce è importante però essere preparati e organizzati. Le sfide da affrontare saranno tante e sarà necessario affidarsi ad un team di esperti.

LE SFIDE DEL CROSS BORDER ECOMMERCE 

La prima sfida di un cross border eCommerce è analizzare e comprendere le abitudini commerciali localile preferenze dei consumatori e le differenze culturali, che influenzeranno poi le decisioni relative alla gestione dell’inventario e al marketing dei prodotti.business online

Dovrai affidarti ad un esperto in cross border eCommerce per personalizzare le strategie di marketing, per raggiungere un pubblico diverso in un mercato estero e, in un secondo momento, implementare la tua organizzazione logistica, che potrebbe richiedere servizi logistici e di consegne locali.

Dopo i limiti culturali, la lingua è un altro fattore importante. Utilizzare la lingua comune aiuterà ad abbattere le barriere, ma è importante che tu destini una parte del tuo budget all’adattamento di siti Web e delle promo studiate per il tuo pubblico. Questo richiederà un certo investimento nelle traduzioni e nei revisori locali, che comprendono la terminologia e la cultura del paese target. Offrire anche una customer care multilingue può rivelarsi fondamentale per mantenere la fedeltà dei clienti.

Gli utenti poi preferiranno pagare nella loro valuta locale. Per fare ciò sarà necessario impostare i prezzi dei prodotti nel tuo catalogo online secondo la valuta del paese target, che sia anche accettata dai maggiori circuiti bancari. Fai attenzione che le banche in altre giurisdizioni siano conformi ai requisiti legali locali. Oggi è possibile impostare il pagamento su ogni eCommerce con carta di credito, bonifico bancario, paypal o contrassegno. E’ possibile inserire le preferenze in fase di configurazione del tuo portale online, sia che utilizzi Woocommerce, Prestashop, Magento o Shopify.

shop online

Anche se il pagamento con carta di credito rimane il metodo di pagamento preferito in tutto il mondo, non tutti i paesi lo prediligono. Il bonifico bancario è ancora preferito in Brasile, il pagamento alla consegna in Germania, in alcuni paesi, tra cui l’Italia, i pagamenti vengono effettuati solo dopo che i prodotti sono stati consegnati.

I consumatori hanno spesso grandi aspettative in merito alla logistica e le consegne e, inoltre, i costi di spedizione sono fattori determinanti sulle preferenze dei consumatori. Gli eCommerce che offrono consegne gratuite o a basso costo attirano sicuramente più consumatori. Ma attenzione a non rimetterci!

Anche la possibilità di resi e rimborsi sono fattori determinanti per far ricadere la scelta del consumatore sul tuo eCommerce. In alcuni paesi, i consumatori delusi hanno il diritto legale di restituire la merce entro un determinato periodo di tempo. In questo caso, è importante organizzarsi preventivamente per poter gestire la logistica e i rimborsi.

Nonostante le sfide di cui sopra, il cross border eCommerce è in forte crescita. Se stai pensando di buttarti in quest’avventura ti consiglio di affidarti ad un partner esperto e affidato e di informarti il più possibile.

Se vuoi saperne di più, puoi scaricare la guida “Cross border trade eCommerce: vendere all’estero con il tuo shop online”. Lo scopo della guida è quello di aiutare nuovi eCommerce, desiderosi di muoversi all’estero, a compiere i primi passi, senza inciampare in imprevisti poco graditi!

Alla fine dell’ebook troverai le indicazioni per ottenere un’analisi gratuita del tuo eCommerce o del tuo progetto futuro.

A presto!

Condividi in giro per il mondo: