Quale piattaforma scegliere per il proprio eCommerce?

Come scegliere la piattaforma adatta al tuo eCommerce

Ciò che decreterà il successo del tuo eCommerce, saranno la combinazione di varie cose: la tua dedizione verso il cliente, le tue strategie di mercato, l’efficienza, le consegne veloci, il lavoro di squadra.

Una delle prime importanti decisioni da prendere, è: dove creo il mio eCommerce? Ovvero, quali piattaforme e strumenti dovrò utilizzare per rendere scalabile il mio eCommerce e farlo crescere man mano.

Alcuni eCommerce utilizzano Magento, altri Woocommerce o Shopify. Scegliere uno o l’altro può fare la differenza.

Vediamo di capire quali sono le diverse piattaforme dove pubblicare il proprio business online e cosa differenzia l’una o l’altra.

Cosa intendo per piattaforma?

Un’applicazione o un software che permette la gestione di un sito online, della vendita e di operazioni promozionali o di marketing.

Come trarrà beneficio il tuo eCommerce dalla scelta della tua piattaforma?

Il tuo eCommerce deve poter essere scalabile (ossia poter crescere senza problemi) e gestire centinaia di ordini giornalieri e/o cataloghi di profondità ampia.

La prima cosa che bisogna tenere in mente è la protezione dei dati degli utenti. E’ ovvio che bisogna proteggere i dati della carta di credito, facilmente intercettabili dagli hacker. Per questo scegli hosting sicuri, protetti da SSL (Security Sockets Layer), ovvero u protocollo che consente il trasferimento dei dati in formato protetto e sicuro, criptandoli. E’ necessario, inoltre, avere una chiave di protezione, assegnata sotto forma di certificato da un’authority specifica. Un hosting che permette tutto questo è Aruba, ma è molto costoso. Se il budget non lo permette, si può optare per l’utilizzo di piattaforme esterne che permettano l’esecuzione dei pagamenti. Un esempio è Paypal. Attacchi a piattaforme come WooCommerce sono frequenti, per questo motivo è bene collegarsi ad un account business di Paypal oppure server di alcune banche, come ad esempio Banca Sella. I loro server sono sicuri e ne rispondono direttamente, in caso di furto dei dati. Richiedono il pagamento di commissioni su ogni transazione, che non sono elevate.

La piattaforma migliore per te dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • La possibilità di gestire il catalogo prodotti;
  • Inserire prezzi o gestire sconti e promozioni;
  • Agevolare la ricerca dei prodotti;
  • La capacità di personalizzare le vendite e i servizi come preferisci;
  • Le piattaforme degli eCommerce devono offrire la possibilità di customizzare le informazioni sui prodotti, in modo da rispondere alle tue necessità aziendali;
  • Andare incontro alle esigenze dei tuoi clienti;
  • Gestire gli ordini, le spedizioni e, magari, anche la fatturazione.
  • La personalizzazione degli URL e la possibilità di inserire i dati necessari alla SEO;
  • La creazione di un sito Responsive;
  • Integrazione con gestionali aziendali, software di mail marketing, analytics e marketing automation.

Ci sono poi delle integrazioni. Ad esempio, la possibilità di aggiungere i tuoi canali social sull’eCommerce. Con l’avvento di Facebookk Marketplace, Shopping on Instagram, Buyable Pins di Pinterest, puoi vendere i tuoi prodotti direttamente dai social, senza che abbandonino mai la tua piattaforma.

Comparazione delle maggiori piattaforme di eCommerce

Il CMS è una parte del tuo progetto. Non pensare di spendere tutto il tuo budget per un sito bellissimo, se poi non avrai più soldi per fare marketing.

  • Magento
  • Prestashop
  • Shopify
  • Woocommerce
  • Squarespace
  • Magento

Magento è la piattaforma storica per costruire un eCommerce. Viene scelta solitamente da brand che hanno già investito in IT oppure hanno un team di sviluppo. Magento 2 ha poi lanciato negli ultimi anni un cloud, una soluzione open source, Magento Commerce Cloud o Magento Enterprise Cloud Edition.

Il maggior vantaggio di Magento è che puoi avere il controllo al 100% del tuo eCommerce. E’ una piattaforma però complessa, quindi sono spesso necessarie ore di programmazione per l’installazione dei template ed altre modifiche. Magento è sottoposta inoltre a diversi aggiornamenti, che creano bug e necessita di frequenti integrazioni. Questo la rende infatti la piattaforma più costosa, perché trovare un programmatore non è semplice, in più questi si fanno pagare tanto.

Detto ciò però Magento resta la piattaforma più solida, sicura, scalabile e professionale per un eCommerce. Dipende ovviamente dal tuo budget.

Shopify

Shopify è il più famoso e strutturato SaaS eCommerce, ovvero un servizio in abbonamento. Il tuo eCommerce con questa piattaforma sarà già bello e fatto, quindi ottimo se non sai costruire un sito. E’ una piattaforma usata soprattutto da negozi di abbigliamento, startup, siti per hobbisti oppure piccoli negozi online con meno di 100 prodotti.

Shopify ha anche una piattaforma di e-learning per acquisire conoscenze di marketig, utilizzo di diversi tool, soluzioni pratiche per vendere online.

Lo svantaggio di Shopify è che la struttura di URLs non sono personalizzabili, anzi ogni personalizzazione deve essere fatta da loro e alle loro tariffe. Inoltre il tuo sito non può essere migrato su altri sistemi, una volta che vorrai cambiare. Se non utilizzi i loro POS per le transazioni, le tariffe sono molto elevate. Infine la SEO è molto limitata.

La consiglio ha chi ha poco budget e vuole iniziare a vendere online, senza creare un sito con molti prodotti.

WooCommerce

WooCommerce è una piattaforma open-source, un plugin di WordPress che permette di creare un eCommerce sul tuo blog o sito.

E’ il tool più usato da chi ha un hobby, un blog appunto, uno store appena aperto e non ha molto budget per aprire il proprio negozio online. L’ambiente è lo stesso di WordPress, quindi molto intuitivo e semplice.

Ho utilizzato WooCommerce su richiesta di alcuni clienti. Lavorando spesso con altri CMS, lo svantaggio maggiore che ho trovato con WooCommerce è stato la gestione degli ordini (confusionaria, poco professionale) e la necessità di dover integrare altre funzioni con plugin aggiuntivi, come ad esempio, la fatturazione, e che sono native per altri CMS.

Squarespace

Squarespace è un provider SaaS, ovvero un servizio in abbonamento. La piattaforma è molto conosciuta dalle comunità di creativi, anzi è nata con loro e dalle loro esigenze di vendere le proprie creazioni.

Lo scopo primario per cui potresti sceglierlo è che sei un creativo e hai pochi prodotti da vendere. I maggiori svantaggi sono le scarse soluzioni di spedizione, pagamento, scontistica o promo da applicare, e la complessità di utilizzo delle diverse caratteristiche.

Non è facile trovare la giusta soluzione. E’ tutto un insieme di cose e spesso sarà la stesura del Business Plan e renderti più chiaro su quale piattaforma far ricadere la tua scelta.

Prestashop

Prestashop è un CMS Open Source di più facile utilizzo, rispetto a Magento.

E’ una piattaforma in crescita con aggiornamenti costanti, ha già molti plugin o widget ed è già localizzata in Italiano.

Prestashop nasce per la creazione di eCommerce, quindi troverai tutte le funzioni che ti serviranno allo scopo (carrello, possibilità di sconti, personalizzazione catalogo prodotti, gestione degli ordini e delle spedizioni, ad esempio)

La gestione del back end (parte amministrativa del sito) è davvero intuitiva e a portata di tutti. Ha la possibilità di scegliere molti temi, pochi sono free, la maggior parte sono a pagamento, così come i plugin. La nota positiva è che hai una scelta che puoi basare anche sul budget che vuoi spendere.

Prestashop dispone di una forte community di sviluppatori, che porterà ancora altri aggiornamenti e miglioramenti della piattaforma.

Qual è la migliore piattaforma di eCommerce per un piccolo business?

Se hai poco budget, pochi prodotti, vuoi associare un blog insieme al tuo eCommerce, il mio consiglio è di optare per Shopify o WooCommerce.

Sono i due sistemi più usati dalle Startup e anche i più semplici, quindi senza eccessivi costi di programmazione.

Il tuo eCommerce avrà però dei difetti, come abbiamo visto dai vantaggi e svantaggi di queste piattaforme, ma è vero che le soluzioni personalizzate hanno un costo, che spesso una Startup non può sostenere da subito.

Quindi ritengo che siano un buon inizio. Man mano che l’eCommerce cresce sarà necessario renderlo più professionale e personalizzabile, facendo ricadere la propria scelta su Prestashop o Magento, in base al tuo budget a disposizione.

A presto con la prossima pubblicazione per il Natale dell’eCommerce!

Condividi in giro per il mondo: