Guida alla Seo per eCommerce

Come architettare la SEO del tuo eCommerce

Sia che tu abbia un grande o un piccolo eCommerce, la SEO è la strategia di marketing alla quale devi prestare più attenzione.

Search Engine Optimization (SEO) è un’arte scientifica per ottimizzare un sito internet utilizzando parole chiave specifiche per raggiungere i risultati più alti nei motori di ricerca, come Google o Bing.

Dico arte scientifica perché ci sono un sacco di aspetti tecnici della SEO. A parte uno studio attendo delle Keywords, bisogna utilizzare ottime immagini, video o esempi per spiegare le tue teorie. Il sito deve avere un’ottima user experience con un sito veloce, responsive, un’interfaccia intuitiva. Fare in modo che le persone parlino e linkino a te.

Qui troverai le basi di partenza, ma la SEO è fatta anche di sperimentazione ed è una pratica in continuo aggiornamento.

La ricerca delle Parole chiave

La ricerca delle Keywords o Parole chiave è il primo step per iniziare una campagna SEO.

Ci sono tre modi per fare questa ricerca:

   1.Amazon

   2.Ricerca dei competitor

   3.SEO tools

1. Usare Amazon per la ricerca delle Keywords

Iniziare una ricerca su Amazon, utilizzando le parole chiave che ti interessano, Amazon tirerà fuori una serie di articoli. Questi saranno tutte idee per le parole chiave. Come puoi immaginare, le parole saranno molte quindi ci vorrà un po' di tempo. E’ ora che entra in gioco Amazon Keyword Tool. Questo tool ti permette di avere i risultati delle ricerche eseguite su Amazon per parole chiave. Puoi aggiungere nella colonna di destra le tue parole chiave e poi esportare tutto in un file excel.

Con questo sistema abbiamo messo da parte un po' di parole chiave. Bisogna ora capire il volume di ricerca, la pertinenza e l’intento di acquisto del tuo cliente quando entra nel tuo eCommerce.

2. Ricerca delle Parole chiave dai competitor

Se hai competitors con alti volumi di ricerca, puoi vedere quali parole chiave usano sui loro eCommerce. 

Per prima cosa, digita la tua parola chiave in Google 

Scegli un competitor

e guarda le loro categorie e pagine prodotti per delle potenziali keywords.

Comunque non utilizzare le stesse parole chiave della concorrenza, non è detto che le loro siano corrette, come ti dicevo, anche altri fattori incidono.

3. Ricerca delle Parole chiave con SEO tool

Qui è Google stesso che ci viene in aiuto. Il miglior Keyword Tool lo trovi in Adwords, tra gli strumenti che il motore di ricerca mette a disposizione.

Crea un account Adwords. Quando fai l’accesso c’è in alto l’icona di una chiave inglese. Il primo tool è proprio lo Strumento di Pianificazione delle Parole Chiave.

Adesso puoi determinare la pertinenza della parola chiave, il volume di ricerca e il CPC che determina la volontà di acquisto.

Altri due tool gratuiti sono Ubersuggest e SEMrush.

Ubersuggest prende una qualsiasi parola chiave e da subito ti dà un elenco quasi illimitato di varianti di parole chiave, in ordine alfabetico e numerico della parola chiave originale.

SEMrush ti permette di monitorare il tuo sito web e quello dei concorrenti su Google.

Architettura del sito internet

L’architettura o la struttura di un eCommerce riguarda come viene impostata la navigazione sul tuo sito, con le categorie dei prodotti e le pagine prodotti. Ci sono due regole d’oro da tenere in considerazione

1.Rendi il tuo sito eCommerce semplice e scalabile

Nessuna pagine dovrebbe essere raggiunta da più di tre link. Usare lo strumento di ricerca per creare URL delle pagine rilevanti e con sotto directories.

Questo è un esempio di come NON dovrebbe essere la struttura di un eCommerce:

E come invece dovrebbe essere:

La tua Homepage dovrebbe linkare a tutte le principali categorie, e anche alcuni dei tuoi migliori prodotti. Un menù ben strutturato e link interni assicurano a queste pagine di acquisire maggiore autorità, e quindi avere migliori possibilità di raggiungere posizioni più alte nei motori di ricerca.

2.Ottimizza il tuo sito web

Non solo parole chiave! Per avere un sito ottimizzato, ci sono anche altri fattori tecnici, come la velocità del sito, la user-experience, un sito responsive e con link funzionanti.

Esistono alcuni plugin su Wordpress che ti permettono di trovare i link rotti e sistemarli, trovare pagine dove mancano meta data e alt text, testo troppo breve o duplicato.

Tutte queste cose hanno un effetto negativo sulla SEO del tuo eCommerce.

Controlla che il tuo sito sia navigabile, digitando:

http://tuosito.com
http://www.tuosito.com
https://tuosito .com
https://www.tuosito.com

Solo uno di questi sarà navigabile. Adesso poi è necessario migrare il tuo sito su https, altrimenti esso apparirà come non sicuro.

Altre strategie SEO

Ecco un’infografica di SEMrush con i maggiori errori tecnici che incidono sulla SEO, e che, quindi, vanno sistemati:

Fai in modo che il contenuto del tuo sito sia unico e non copiato. Google odia i copioni e li penalizza. Per far felice Google (e anche te), aggiorna spesso il tuo sito con nuovi contenuti, sempre interessanti. Per questo è importante avere un blog sempre aggiornato.

Anche i link sono importanti! Innanzitutto non devono essere rotti. Inoltre utilizza link interni al tuo sito, ma anche esterni, ad altri, come influencers o siti autorevoli.

Controlla la SEO del tuo eCommerce

Quando concludi un articolo o una pagina del tuo eCommerce, chiediti le seguenti domande:

La pagina contiene un titolo cliccabile e ben costruito?

Ho inserito i meta title, metatag e meta description?

Ho inserito il titolo in H1, sottotitolo H2?

Hai inserito la tua target Keyword?

Se la risposta è no...corri ai ripari.

La SEO è la parte più lunga, complessa, perché i risultati non li vedrai subito, ma tra qualche settimana o mesi. Non dimenticare mai di monitorare i risultati su Analytics e correggere sempre il tiro, ogni volta che noti qualcosa che non va.

Alla prossima!

Condividi in giro per il mondo: