Vendere Magliette online

Case study: iniziare a vendere magliette online

Questa mini guida su come vendere magliette online si è palesata nella mia mente dopo che un Seller su Amazon mi aveva chiesto “secondo te, posso vendere magliette online e come”? E così ho iniziato con delle ricerche di mercato per capire come funzionava, e poi aprire veramente il suo negozio online di T-shirt.

Il modo migliore per guadagnare vendendo magliette online

Secondo i dati Istat il tasso di crescita medio negli ultimi anni del comparto abbigliamento online si aggira sul 30%. Nel 2015 gli acquisti web degli italiani nel fashion sono stati per 1.47 MLD e per il 2016 di 1.83 MLD. Il comparto fashion, nel 2016, vale il 10% delle vendite totali online in Italia.

E l’abbigliamento e gli accessori da soli dovrebbero generare oltre 138,7 miliardi di dollari entro il 2022.

Oggi chiunque può lanciare un negozio di t-shirt online e trarre profitto. Non è necessaria la conoscenza del prodotto o chissà quale tecnologia moderna per iniziare, hai solo bisogno degli strumenti giusti che possono automatizzare l’intero processo di vendita.

Lo so può sembrare spaventoso, ma proprio per questo ho voluto condividere la nostra esperienza, per darti qualche dritta su come muovere i primi passi e vendere magliette online!

Da dove iniziare

L’idea di gestire il tuo negozio di t-shirt è eccitante, ma prima di vedere arrivare le vendite, dovrai rimboccarti le maniche e fare un bel po’ di lavoro.

Ci sono 4 passaggi essenziali per iniziare un’attività commerciale di successo nel mondo dell’abbigliamento. Vediamoli uno per volta:

[su_spoiler title=”1. Trova il tuo pubblico di destinazione e la tua nicchia.”]

Prima di cimentarti in questo settore, sappi che nel vasto mondo dell’eCommerce, ci sono un sacco di altri commercianti che inseguono il tuo stesso sogno. Quindi, prima di iniziare a progettare e allestire il negozio, rispondi a questa domanda: chi comprerà le tue magliette?

Se la tua risposta è “tutti”, ecco arrivare il pericolo.

Anche noi pensavamo che tutti indossano magliette, ma ci siamo accorti che questo non ci avrebbe aiutato a definire il nostro target di riferimento!

Mirare a tutti significa avere un target troppo ampio e dispersivo, inoltre non puoi permetterti di perdere soldi, ma anche tempo.

Quindi è veramente importante che restringere il pubblico e trovare una nicchia di prodotto.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”2. Definisci le tue passioni e interessi.”]

E’ stata la prima cosa che ho chiesto al mio cliente. Probabilmente all’inizio sarai da solo a gestire la tua attività di eCommerce.

Ti occorre trovare una nicchia che ti aiuterà a far arrivare i primi incassi. Come fare? Pensa a cosa ti appassiona e quali sono gli interessi di chi condivide con te la stessa passione.

Conoscere i desideri e i punti di debolezza del tuo pubblico è il tuo più grande vantaggio: ora puoi generare idee di prodotto che questa particolare nicchia amerà.

Fai ricerche

Hai una passione, giusto? Allora sfruttala iniziando a scoprire chi sono i tuoi concorrenti, quali sono i loro punti di forza e di debolezza e avrai un quadro migliore di come potresti posizionarti nello stesso mercato.

Esplora il Web per scoprire quali sono le tendenze locali (o globali) tra gli acquirenti online e trovare le loro lacune nel mercato per quel prodotto di nicchia.

Ci sono un paio di strumenti che possono aiutarti in questo viaggio: e li elenco tutti qui, ma anche Google Trends, Alexa e Ahrefs.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”3.Identifica un problema che il tuo prodotto può risolvere”]

L’hai già sentito e lo sentirai di nuovo: ogni prodotto deve risolvere un problema, non importa quanto grande o piccolo sia.

Pensa al di là della bellezza del design della t-shirt e della spedizione veloce. Chiediti se la tua t-shirt fornirà un appagamento psicologico, aiuterà qualcuno a esprimere le proprie convinzioni o le farà sentire parte di una comunità?

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”4. Definisci il tuo obiettivo aziendale”]

Definire un obiettivo aziendale ti permetterà di poter pagare le bollette domani o andare in vacanza a Bora Bora!

Se stai cercando idee sempreverdi, concentrati su argomenti e temi che non passano di moda e che interessano tutto l’anno.

Se invece vuoi avviare questo negozio online di magliette, giusto per vedere se va, puoi iniziare da temi stagionali e argomenti di tendenza. C’è un meme popolare o un detto che sta prendendo piede? Questa potrebbe essere la tua occasione per monetizzare il momento.

E nel caso tu stia cercando un po’ di entrambe le cose, mescola la tua offerta di prodotti evergreen con un design a supporto di un movimento sociale di cui si parla adesso.

Assicurati sempre che siano in linea con i tuoi valori personali e aziendali.

[/su_spoiler]

Crea il negozio online

Per vendere magliette online, una volta definito il mercato di riferimento e scoperta la tua nicchia di prodotto, è ora di impostare l’infrastruttura del tuo negozio.

Con infrastruttura intendo la piattaforma dove inserire il tuo eCommerce. Se non sai ancora a quale affidarti, ti consiglio di leggere qui: Quale piattaforma scegliere per il proprio eCommerce?

Una volta capito come strutturare il negozio di magliette online, il tuo primo pensiero sarà “come spedisco le magliette?”

Il nostro primo passaggio è stato collaborare con uno spedizioniere di stampa on demand – un servizio di terze parti che stampa e spedisce i tuoi prodotti.

La semplicità di questa scelta sta nel fatto che tutti i prodotti vengono stampati solo quando arriva l’ordine, non devi preoccuparti di eventuali costi iniziali o di fare magazzino.

Questa strategia per vendere magliette online ti darà anche più libertà per introdurre nuovi prodotti o interrompere quelli che non vengono venduti.

Fallisci, riprova, fallisci e continua a provare

Cerchiamo di essere realisti: probabilmente non avrai centinaia di migliaia di ordini subito dopo il lancio del negozio di magliette online, ma non disperare e non ti abbattere.

Essere proprietario di un negozio di magliette online richiede un duro lavoro, contrariamente a quanto si pensi, e una buona dose di problem solving.

Dopo aver fatto un bel po’ di ricerche ci siamo poi chiesti. Che fare per vendere magliette online?

Ti sembrerà strano, ma è importante dare voce ai tuoi clienti e lasciare che decidano quali prodotti e design siano più attraenti per loro.

Se un design non è popolare, prova qualcosa di completamente diverso. E se i clienti non reagiscono al nuovo design, creane un altro.

Ascolta i feedback e continua a provare! Ci arriverai prima o poi.

Come creare il design della t-shirt

Le magliette sono uno tra i capi di abbigliamento più popolari, proprio perché sono indossati sia da uomini che da donne.

Come regola generale, più è popolare un prodotto, maggiore è la concorrenza.

Ecco perché per vendere magliette online, dovrai creare disegni di magliette che raccontino una storia, lascino un ricordo positivo, facciano sentire le persone parte di una community. Ecco come abbiamo scelto il design delle magliette.

[su_spoiler title=”1. Trova idee di design”]

Le migliori idee di design, secondo me, sono quelle frutto del tuo ingegno. Ma se non sei una persona creativa, che si fa? Rivolgiti a chi lo è. Ci sono tanti artisti che vorrebbero vedere le loro creazioni stampate su magliette.

Una strategia è annotare i temi chiave, le credenze e gli stili per i quali il tuo marchio è conosciuto. Dedica poi un po’ di tempo a perfezionare queste idee per trovare uno stile originale e concreto. Il tuo punto d partenza sarà sempre il tuo pubblico e la tua passione.

Se è la prima volta che crei qualcosa in digitale, è giusto dire che software professionali come Adobe Photoshop o Adobe Illustrator potrebbero non essere la scelta migliore non solo per il prezzo, ma anche perché dovresti prima imparare ad usarli.

Fortunatamente, ci sono tante alternative gratuite che offrono le funzioni di base necessarie per creare un file di stampa per le t-shirt. Questi sono gli editor di grafica open source che potresti utilizzare:

Canva ha tutto ciò che ti serve per sviluppare i tuoi primi progetti: un semplice editor drag-and-drop, l’accesso a oltre 8.000 modelli gratuiti, cartelle per organizzare i tuoi progetti e la possibilità di caricare le tue immagini.

Photopea ha un sacco di modelli già realizzati per diversi progetti, questo software è uno strumento di facile utilizzo sia per i principianti che per i veterani del graphic design.

GIMP è un editor di grafica che ti consente di ritoccare le immagini che desideri utilizzare per i tuoi modelli di magliette o di aggiungere alcuni disegni a mano libera.

Inkscape può essere usato per creare o modificare grafica vettoriale. Sebbene sia uno strumento versatile che puoi utilizzare per lavorare con illustrazioni, linee o dipinti complessi, richiede un po’ più di applicazione per utilizzarlo.

Se vuoi che il tuo design appaia al meglio una volta stampato, segui attentamente i requisiti grafici di base forniti dalla stampante che utilizzi.

Nella maggior parte dei casi è necessario prendere in considerazione le dimensioni di un’area di stampa, la risoluzione dei file e i formati di stampa accettati.

Se tu volessi prima testare la tua creatività, ci sono diversi siti di Mockup gratuiti.

Questo strumento gratuito ti consente di creare disegni con Emoticons, forme e font personalizzati, e mostrarli sul prodotto reale.

Il cielo (e la massima area di stampa) è il tuo limite, quindi non ti trattenere.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”2. Esplora diversi elementi di design”]

Puoi usare tipografia, disegni a linee, forme, illustrazioni o fotografie come base del tuo progetto. Ma se pensi che usare un tipo di elemento sia troppo restrittivo, mescola e abbina elementi diversi per creare una t-shirt unica nel suo genere.

Ricorda, anche il più piccolo dettaglio nel tuo disegno può dire più di mille parole, quindi per un miglior risultato, bisogna attenersi a forme chiare che sono facili da riconoscere o da leggere anche da lontano.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”3. Scegli la tua tavolozza di colori in modo strategico”]

Per la maggior parte delle persone, inclusi i futuri clienti, le immagini sono le più importanti.

Infatti ogni colore che usi può influenzare il modo in cui le persone vedono il tuo marchio e i tuoi prodotti.

Ecco perché devi pensare non solo ai colori del tuo design, ma anche ai colori delle t-shirt. Devi assicurati che i due elementi si completino a vicenda. Questo è l’obiettivo finale.

Certo devi anche considerare alcuni aspetti tecnici, come ad esempio imparare le basi della teoria dei colori o della psicologia del colore può tornare utile. La vendita di magliette bianche con testo nero apparirà elegante, ma lo stesso testo rosa chiaro potrebbe rendere difficile la lettura del disegno.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”4. Trova il tipo di t-shirt giusta”]

Girocollo, collo a V, polo… sono solo alcuni tipi di t-shirt esistenti.

Quando decidi quale t-shirt si adatta meglio ai tuoi progetti, pensa al tuo target, all’obiettivo e alla mission del tuo marchio.

Ad esempio, le magliette probabilmente non saranno la scelta migliore per un negozio che ha un aspetto sofisticato e si rivolge ad un target che indossa abbigliamento punk.

[/su_spoiler]

La stampa

Quando cerchi idee per la progettazione di t-shirt, scegli anche la tecnica di stampa.

Alcuni metodi di stampa sono più flessibili di altri, quindi è meglio sapere con cosa stai lavorando quando sei ancora in tempo per apportare modifiche.

Diamo un’occhiata ai 3 metodi di stampa più popolari per le magliette.

Direct-to-garment applica direttamente l’inchiostro sul prodotto. È una specie di stampa su carta, solo che è su una maglietta. La stampa DTG consente ampie opzioni di colore e offre una grande precisione nei dettagli. Però spesso il posizionamento del design a volte può essere limitante.

La stampa serigrafica comporta la spinta dell’inchiostro attraverso uno stampino sul tessuto. Ciò che è importante sapere è che con la serigrafia è possibile applicare un solo colore alla volta. Quindi più colori ha il tuo disegno, più tempo ci vorrà per stamparlo e quindi più costoso sarà tutto.

La stampa a sublimazione infonde uno strato di inchiostro direttamente sul tessuto, il che significa che l’area di stampa della maglietta è più grande. Questo tipo di stampa funziona meglio con motivi, fotografie (in particolare paesaggi) e disegni astratti.

Siamo quasi pronti!

Se hai capacità e tempo, affronta la sfida pervendere magliette online da solo. Non c’è niente di più gratificante che vedere la tua idea prendere vita proprio davanti ai tuoi occhi.

Creare progetti non deve essere per forza difficile, devi solo sapere quali strumenti ci sono che possono aiutarti a concretizzare la tua idea.

[su_spoiler title=”1. Fai da te”]

Se ti piace avere il controllo, puoi stampare e spedire t-shirt da te.

Dato che sei tu a fare tutte le stampe, puoi garantire la qualità dei tuoi prodotti. Inoltre, puoi personalizzare i pacchetti aggiungendo un tocco personale a ogni ordine che arriva.

Ma tutta questa libertà ha un prezzo.

Dovrai investire in stampanti e inchiostri o trovare una tipografia locale affidabile che si prenderà cura della stampa per te.

Avrai anche bisogno di tenere il magazzino delle magliette e dei materiali di imballaggio.

Tutto ciò richiederà non solo lo spazio fisico per fare tutto il lavoro, ma anche il tuo tempo.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”2. Utilizzare partner di terze parti”]

Un’altra opzione è quella di collaborare con dropshippers print-on-demand come TeeSpring.

Questi servizi di terze parti stampano e spediscono i tuoi prodotti al posto tuo.

Quindi, se non vuoi preoccuparti di mantenere le tue stampanti al top, di stampare in blocco le scorte e di fare infinite visite all’ufficio postale, questa opzione potrebbe essere giusta per te.

Lavorare con partner di questo tipo ti dà la libertà di sperimentare senza perdere denaro.

Puoi aggiungere nuove varianti della stessa t-shirt o introdurre nuovi stili o disegni. Se le vendite di un determinato articolo non stanno andando bene, interrompile e prova qualcos’altro.

Ma proprio come con tutto nella vita, ci sono anche alcuni aspetti negativi.

Questo servizio prevede il pagamento di una percentuale. Inoltre, non avrai il pieno controllo del processo di produzione e della spedizione, il che significa che non sarai in grado di personalizzare i tuoi pacchetti.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”3. Dropship”]

Infine, se non vuoi preoccuparti di creare i disegni e preferisci la vendita di un prodotto già pronto, l’opzione dropshipping è quella che fa per te.

Trova i fornitori di t-shirt all’ingrosso, seleziona i disegni che ti piacciono e aggiungili al tuo negozio. Una volta che gli ordini iniziano a fluire, il fornitore li spedirà direttamente fino alla porta del cliente.

Analogamente all’opzione della stampa on demand, non è necessario tenere il magazzino o perdere denaro se uno dei prodotti non è popolare tra gli acquirenti.

Ciò significa che avrai più tempo per aumentare la consapevolezza del marchio del tuo negozio, gestire promozioni o offerte speciali.

Tuttavia, il dropshipping delle magliette significa anche che non venderai prodotti unici nel loro genere – molti altri negozi potrebbero offrire lo stesso identico design (e forse a un prezzo inferiore).

Quindi dovrai pensare a come differenziarti dalla concorrenza per giustificare il tuo prezzo e ottenere più vendite.

[/su_spoiler]

Attirare le prime vendite

Avere il tuo negozio di magliette online attivo e funzionante è solo il primo passo nella tua avventura.

In questa sezione, daremo un’occhiata a un paio di cose che abbiamo sperimentato per trovare il primo cliente più velocemente.

[su_spoiler title=”1. Recensioni del prodotto”]

Non è un segreto che le recensioni dei prodotti possono portare alla crescita delle vendite. Ma cosa succede se il tuo prodotto non è stato ancora acquistato?

Beh, se c’è qualcuno disposto a fare un ordine nel tuo negozio senza mettere in dubbio la sua legittimità, sono i tuoi familiari e i tuoi amici.

Una volta che lo fanno, siediti con loro per scoprire come è stata la loro esperienza di acquisto e, naturalmente, chiedi loro di lasciare una recensione del prodotto.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”2. Giveaway”]

È necessario aumentare la consapevolezza del proprio marchio al fine di ottenere più vendite. E qual è uno dei modi più semplici per convincere le persone ad interessarsi a te? Offrire qualcosa gratuitamente.

Il buon vecchio giveaway può fare miracoli per attirare più visite sulla tua attività e sui tuoi prodotti.

Il negozio online di Seattle Girlfriend Collective ha lanciato un prodotto nell’aprile 2016: leggings ecologici realizzati in plastica riciclata.

Per dare il via a tutto, la società ha deciso di lanciare una campagna che offriva la nuova generazione di abbigliamento sportivo solo per il costo della spedizione.

Sì, hai sentito bene – leggings gratis!

Il risultato? 10.000 paia venduti nel primo giorno e oltre 800 e-mail di clienti ricevute che chiedevano di confermare che la campagna non è una truffa.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”3. Presenza sui social media”]

Nel mondo di Internet, le aziende devono mantenere la loro presenza sui social media per essere prese sul serio.

Come nuovo proprietario di un negozio, devi andare oltre le campagne promozionali settimanali.

Cerca di coinvolgere il tuo pubblico, partecipare alle conversazioni al di fuori del tuo feed sui social media, seguire le tendenze e reagire alle notizie più interessanti in tempo reale.

La cosa più importante è essere coerenti e attenersi al tono di voce del tuo marchio.

Vuoi essere riconosciuto non solo da ciò che vendi, ma anche da ciò che rappresenti.

In parole povere, usa lo storytelling del marchio per entrare in contatto con il tuo pubblico attraverso i social media per guidare il coinvolgimento.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”4. Influencers dei social media”]

Un’altra opzione che vale la pena esplorare è di rivolgersi a influencers. Un onesto grido di un opinion leader può portarti di fronte a un pubblico di nicchia che potresti faticare a raggiungere da solo.

Ora, non confondere il marketing fatto tramite gli influencer con le campagne online.

Per condurre una campagna di successo è necessario avere un’idea chiara di ciò che si vuole raggiungere, e la collaborazione con un influencer è solo una parte di questo.

La trasparenza e l’onestà sono ciò che il 49% dei clienti si aspetta dai loro opinion leader e marchi con cui lavorano.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”5. Retargeting Ads”]

Ora che sei online, le persone iniziano a visitare il tuo negozio, sfogliano i cataloghi dei tuoi prodotti, magari aggiungono un prodotto o due al carrello e se ne vanno senza svolgere l’azione più importante: comprare.

Come puoi riavere quel cliente? Eseguendo campagne di retargeting.

Gli annunci di retargeting utilizzano la tecnologia basata sui cookie per visualizzare annunci personalizzati per i visitatori che hanno abbandonato il negozio senza effettuare un ordine.

In altre parole, puoi riportare gli utenti sul tuo sito web mostrando annunci personalizzati sui loro feed di Facebook, Instagram o Google.

[/su_spoiler]

Diversificare per sopravvivere

Negli affari e nella vita, il cambiamento è inevitabile.

Non è che ora che sei online con il tuo negozietto impostato alla grande, è finita là. Noooo! E’ necessario pensare continuamente a sviluppare ulteriormente il tuo negozio di magliette online.

[su_spoiler title=”1. Sperimenta con nicchie simili”]

Potresti trovare la tua nicchia e fare un bel po’ di vendite. Ma secondo te, quanto spesso la gente compra nuove magliette? Una volta ogni stagione? Ogni anno?

Per mantenere gli ordini in corso, devi provare ad approcciare nicchie con interessi o background simili.

Se stai prendendo di mira le mamme casalinghe, forse puoi offrire qualcosa per i papà a casa? E se offri prodotti interessanti per i chitarristi rock, potrebbe valere la pena di presentarti anche ai batteristi.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”2. Mercato di più segmenti”]

Dividere il pubblico di destinazione in diversi segmenti è un ottimo modo per entrare in contatto con i clienti ad un livello più personale. E come forse tutti sanno, la targettizzazione e personalizzazione possono guidare verso una giusta conversione.

Supponiamo che i tuoi prodotti siano mirati ad un pubblico di amanti dei cani e di recente hai inserito sul negozio online una maglietta che dice “I love my dog”.

Avrebbe più senso spingere le promozioni per questo prodotto in un segmento più definito del pubblico di destinazione, come ad esempio donne che possiedono cani.

Ora, non è detto che solo i proprietari di un cane, siano amanti di questi animali, può esserlo anche chi non ne possiede uno e potrebbero conoscere qualcuno che ce li ha.

Il tuo compito è creare più segmenti dello stesso target monitorando il ritorno economico su ogni segmento del tuo pubblico.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”3. Espandi la tua linea di prodotti”]

La vendita di T-shirt è un ottimo inizio, ma può essere limitante dopo qualche tempo. Quindi non trattenerti se vuoi integrarlo con altri tipi di abbigliamento e accessori.

Se vuoi continuare a vendere magliette online, puoi prendere in considerazione l’aggiunta di felpe, custodie per telefoni o tazze al catalogo dei prodotti. Assicurati che i nuovi prodotti vadano bene con l’intero concept del negozio. Altrimenti, potresti sembrare poco professionale.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”4. Prova diverse opportunità offline”]

Anche se la tua attività è operativa online, c’è molto che puoi fare anche offline per far crescere il tuo business.

Esponi i tuoi prodotti alle fiere, mercatini, bancarelle, mostre.

Se non ti senti a tuo agio ad allestire uno stand in occasione di eventi come questi, potresti parteciparvi come visitatore. E non dimenticare di portare il tuo biglietto da visita e indossare la tua t-shirt.

Partecipare a questi eventi può aiutarti a costruire nuove partnership, incontrare i tuoi clienti o semplicemente far conoscere il tuo nome in giro.

Ma non è tutto.

Entra in contatto con un giornale locale e condividi la tua storia. Organizza o aiuta a organizzare un evento per la tua comunità locale. Avvicinati ai negozi fisici, che sono interessati ai marchi indipendenti e presentagli i tuoi prodotti.

In altre parole, vai dove va il tuo target.

[/su_spoiler] [su_spoiler title=”5. Continua a progettare”]

Se vuoi far crescere il tuo negozio di magliette online, devi presentare nuovi modelli di t-shirt ogni tanto. Quindi continua a progettare.

Pensa alle imminenti vacanze, aggiungi una maglietta colorata per la bella stagione o crea una collezione in edizione limitata.

Inoltre, non dimenticare di ascoltare i tuoi clienti. Cosa vogliono vedere sul tuo negozio di magliette?

[/su_spoiler]

Imposta i prezzi e le tariffe di spedizione.

Siccome stiamo parlando di vendere magliette online, i tuoi clienti più o meno sanno quanto spenderanno, quindi non puoi sparare cifre assurde, ma nemmeno svenderti. Allora come faccio a capire che il prezzo è giusto?

Quando provi a definire il prezzo delle tue magliette, considera:

  • Quant’è il prezzo di mercato, quindi analizza anche la concorrenza.
  • Quant’è il costo di produzione o di realizzazione.
  • Quali sono i tuoi obiettivi di guadagno.
  • Quanto potrebbero essere i costi di spedizione (tariffe di spedizione forfettarie o tariffe basate sul peso o sul valore merce)

Funziona tutto?

Prima di avviare il tuo negozio di magliette online, controlla attentamente se tutto è a posto e funzionante.

Non è professionale iniziare ad indirizzare il traffico verso un negozio che presenta immagini non visibili, errori grammaticali nelle descrizioni dei prodotti o pulsanti non funzionanti.

Soprattutto, prova che la procedura di checkout vada a buon fine, ordinando qualcosa dal tuo negozio di magliette online.

I passaggi di pagamento sono chiari e intuitivi? Puoi accettare i pagamenti? Cosa succede una volta che l’ordine è completo?

Una volta che hai risposto a tutte queste domande ti passerà l’ansia e il tuo negozio di magliette online sarà pronto al decollo!

Conclusione

Oggi l’eCommerce è più forte che mai, il che significa anche che la concorrenza è più spietata.

Come nuovo proprietario di un negozio online, devi cercare l’autenticità per essere un passo avanti agli altri commercianti. Il modo più semplice per vendere magliette online è quello di creare disegni che parlino di te e che siano in sintonia anche con il tuo target.

Scegli la tua piattaforma di eCommerce con saggezza e non dimenticare di cercare altri servizi che possano facilitare il funzionamento del tuo negozio.

Infine, sii resiliente. Se qualcosa non ha funzionato dalla prima, quinta o trentesima volta, alzati e riprova.

L’unico errore è quello di non provarci. E chi ha realizzato centinaia di migliaia di magliette online può confermarlo.

Sapere poi come automatizzare le attività di gestione di un negozio online non è meno importante. Ma dedicherò un articolo a parte per questo! Adesso stai per partire, quindi assumere una persona è fuori portata.

Non dimenticare però che un aiuto non fa mai male e delegare ad un Assistente Virtuale per eCommerce qualche attività potrebbe sollevarti da alcune attività e rendere più competitivo il tuo Business online. Non ti costerà tanto e avrai vicino una persona con già un po’ di esperienza, che potrebbe anche saperti guidare.

Spero che questi consigli possano essere utili. La cosa più importante è non rimandare a domani, inizia oggi il tuo Business Online!


Ciao, sono Floriana, Assistente Virtuale per Business online. La mia missione è quella di fornire a imprenditori digitali gli strumenti di marketing e consigli di vendita per poter avviare la loro attività online. Iscriviti alla mia newsletter per restare aggiornato.

Condividi in giro per il mondo: